Giovanni Zanni

IMG_5494Giovanni Zanni dal 1970 si occupa di agricoltura e in particolare di arboricoltura.

Ha frequentato corsi di teoria e pratica di agricoltura biodinamica presso la Cascina Orsine di Bereguardo (PV), esperienza che ha poi applicato nella vigna familiare. Ha maturato esperienze di apicoltura presso la ditta Piana di Castel S.Pietro Terme.

Ha frequentato il corso di giardinaggio e dendrochirurgia presso la Scuola Agraria di S. Pietro in Casale, per poi svolgere esperienze presso il vivaio comunale di Bologna e in una cooperativa del verde. Dopo le scoperte di Alex Shigo, capo del Servizio Forestale USA, che hanno dato una svolta all’arboricoltura del mondo, ha partecipato al primo convegno internazionale e al primo corso in Italia sulla nuova biologia delle piante con Alex Shigo.

Ha proseguito poi la sua formazione frequentando corsi di arboricoltura in arrampicata e abbattimenti.

Dal 2000 è iscritto all’albo degli European Treeworker, certificazione europea per assicurare un alto livello professionale degli operatori addetti alla cura del verde.

Nel 2002 e 2003 presso la Scuola Agraria di Sasso Marconi ha tenuto corsi sulla manutenzione degli alberi e sui boschi di qualità.

Invitato da conoscenti che lavorano nel campo forestale, ha tenuto corsi di potatura ed arrampicata su alberi in India nella regione del Tamil Nadu, per formare una squadra di tree climbers locali.

Ha collaborato con Arbotech per l’organizzazione di Convegni sulle tematiche degli alberi.

E’ stato incaricato dal WWF di intervenire nella manutenzione di piante monumentali, fra cui: Celtis Australis in comune di S.Gimignano, una quercia plurisecolare nel Parco Sicurtà di Vallelata sul Mincio, la cosiddetta Olma in provincia di Parma (uno dei pochi esemplari di Olmo sopravvissuto alla grafiosi), due platani di 38 e 40 m sempre in provincia di Parma (i più grandi dell’Emilia Romagna).

Ha lavorato per conto dei comuni di Vicenza, Pegognaga, Concordia sulla Secchia, Modena, Ancona, Calderara di Reno, Crevalcore, Riccione e inoltre per l’Orto Botanico di Pisa e l’Orto Botanico di Palermo. Con Arbotech ha curato alberi in Inghilterra e in Francia.

E’ progettista accreditato in permacultura presso l’Accademia Italiana di Permacultura.